Stampa

Una bella battaglia

Guelfo Basket - Salus Pall. Bologna  74-76 (19-18 43-42 65-64)  

Guelfo Basket: Bernabini 2, Rebeggiani ne, Baccarini, Grillini 3, Colli ne, Bitti, Musolesi 14, Santini 6, Pieri 3, Casagrande 12, Govi 17, Trombetti 17.  All. Serio.  

Salus Pall. Bologna: Savio 5, Branzaglia ne,  Amoni 16, Granata, Tugnoli 22, Polverelli 9, Veronesi 6, Stojkov 11, Arletti ne, Gebbia ne, Trentin 7.  All. Fili.  

Arbitri: Sig.i Ferrari e Riccardi    

Il bello e il brutto di questo sport è che alla fine una delle due squadre debba perdere. E a uscirne sconfitti saranno i padroni di casa in una di quelle partite che vorresti non finissero mai. Eppure le premesse sono ottime: pronti via e 7-0 Guelfo, ma la Salus non si scompone e con Amoni accorcia sul 7-5. Nuovo allungo guelfese ma dopo un attimo gli ospiti sono di nuovo a soffiare sul collo. Il gioco del Guelfo è spettacolare, corale e intenso, i bolognesi rimangono a ruota sfruttando ogni minimo errore avversario. E con Stojkov nella 2ª frazione mettono anche la testa avanti. È solo un attimo, Trombetti e Casagrande riportano il Guelfo al comando e fino all’intervallo la Salus insegue a 1-2 possessi di distanza. Dopo la pausa del thè, è il Guelfo a fare la voce grossa. Pieri annulla Stojkov, Govi fa il Pirlo e Trombetti continua a segnare con continuità: Guelfo +11. Tugnoli si carica i compagni sulle spalle e riapre una partita che sembrava prendere una brutta piega, e il resto della partita diventa un bellissimo testa a testa. Anche se nell’ultimo quarto sono più gli errori al tiro a farla da padrone. Fino a quando Veronesi, fino a quel momento non di certo positivo, piazza 2 triple che regalano quel possesso di vantaggio importantissimo in un quarto dove si segna col contagocce. Il Guelfo riesce a pareggiare ma è Amoni che dopo aver sbagliato da sotto subisce fallo a rimbalzo e fa 2/2 dalla lunetta dando quei 2 punti di vantaggio che risulteranno decisivi. Nel possesso successivo la Salus interrompe il gioco visto che ha ancora un fallo da spendere ma il Guelfo non riesce comunque a trovare la via del canestro. Rimbalzo di Stojkov mandato immediatamente in lunetta a poco più di 1 secondo al termine. L’ex Virtus sbaglia entrambi i liberi, Trombetti prende il rimbalzo e lancia la preghiera che non viene accolta.  

Dagli spalti gremiti scrosciano solo applausi per lo spettacolo regalato dalle due squadre. La Salus conferma l’ottimo stato di forma, mentre il Guelfo di essere la sorpresa più bella del campionato.